L'handbiker genovese Vittorio Podestą brilla al Piacenza paracyclingVersione stampabile


immagine sinistra

Nella prima gara internazionale di stagione il Barilla Blu Team mette subito a segno importanti risultati che fanno ben sperare in vista dei Giochi Paralimpici di Londra. Alessandro Zanardi, Fabrizio Macchi e Vittorio Podestà dominano
Comunicato Stampa inviato da Manuela Merlo 

Nella prima gara internazionale di stagione il Barilla Blu Team mette subito a segno importanti risultati che fanno ben sperare in vista dei Giochi Paralimpici di Londra. Alessandro Zanardi, Fabrizio Macchi e Vittorio Podestà dominano in quasi tutte le prove della quarta edizione del Piacenza Paracycling: doppia vittoria per Zanardi (gara in linea e a cronometro) che si aggiudica la classifica generale combinata, un primo e un secondo posto per Podestà che diventa anche lui leader di combinata, ed un primo e terzo posto nel ciclismo per Macchi che si posiziona al secondo posto nella classifica generale.

Per Alessandro Zanardi il primo vero esame del 2012 a livello internazionale è stato superato a pieni voti. Nella gara in linea di sabato, Alex ha battuto in volata proprio uno degli specialisti del rush-finale, il giovane talento olandese Jetze Plat, mentre nella gara contro il tempo di questa mattina ha staccato di quasi 1 minuto e mezzo Tim De Vries, l'altro olandese in gara.

"Oggi è andata benissimo - commenta raggiante Zanardi - la sfida diretta con i miei avversari finisce 1 a 0 per me. Domenica prossima si rigioca, ma intanto ho fatto il primo goal. Finire una cronometro con un distacco di oltre 1 minuto su un atleta come De Vries o battere uno degli specialisti delle volate come Plat significa che Zanardi, oltre ad essere un buon cronoman, è diventato anche uno sprinter. Londra è lontana, ma sono certo che per puntare al podio dei Giochi bisogna già avere impostata bene questa parte di stagione. Se poi riesco anche a migliorare tutto ciò che sta nel mezzo, va da sé che sognare di essere competitivo in tutte le gare può diventare una bella realtà."

Nella gara in linea di ieri, Vittorio Podestà è stato sorpreso negli ultimi metri di gara dal francese David Franek, ma nella gara a cronometro di questa mattina l'handbiker ligure si è ripreso subito la rivincita sul francese.

"Il lavoro sta dando i suoi frutti - commenta a caldo Podestà - soprattutto nella gara a cronometro di questa mattina. Sono molto contento perché sono riuscito a fare tutto ciò che dovevo e volevo fare, anche secondo i calcoli del mio allenatore Francesco Chiappero. Ieri, invece, la gara in linea è stata un po' difficile da interpretare perché il percorso era molto corto e quindi più adatto ai velocisti e, in alcuni casi, un po' troppo stretto per fare una gara tranquilla. Dopo una rocambolesca partenza in coda al gruppo e una dura rimonta, sono riuscito finalmente a mettermi a ruota del francese David Franek, che sapevo essere in forma perché in lizza per un posto a Londra. Purtroppo ho affrontato l'ultima curva leggermente più adagio rispetto a Franek e non sono più riuscito a recuperare quel poco svantaggio che mi aveva dato, perché il traguardo era troppo vicino".

Fabrizio Macchi ha vinto con facilità la gara a cronometro di questa mattina davanti al tedesco Tobias Graf, mentre nella gara in linea è giunto terzo perchè ha preferito fare squadra con il compagno di nazionale Paolo Viganò, categoria C3, per aiutare l'altro amico e compagno di squadra Roberto Bargna, categoria C1.

"Il mio obiettivo in questi due giorni - racconta Macchi - era quello di ascoltare le sensazioni e capire se sono sulla strada giusta verso Londra... non esiste allenamento migliore di una gara, per provare certe sensazioni. Oggi ho vinto facilmente la cronometro, senza spingere al massimo, mentre ieri nella gara in linea Paolo ed io abbiamo lavorato moltissimo per creare il vuoto alle spalle di Roberto e lanciarlo verso la vittoria. Questo tipo di tattica mi è stato utilissimo dal punto di vista dell'allenamento. In gara poi ho anche fatto dei test su materiali ed attrezzature e ho corso con il nuovo casco firmato da Kaos-Design fatto apposta per i Giochi, per cui sono più che soddisfatto di questa due giorni di gare e, come spesso ripeto, è tutto sotto controllo! Il mio pensiero però va alle vittime del terremoto di questa mattina e alla bambina rimasta uccisa ieri nell'attentato alla scuola di Brindisi. Sono davvero addolorato per quanto è successo ma soprattutto indignato nei confronti di chi ha potuto compiere un gesto simile e prendersela con giovani innocenti".

Il prossimo appuntamento del Barilla Blu Team sarà la Coppa del Mondo di Paraciclismo a Roma dal 25 al 27 maggio. Il cammino dei tre campioni verso i Giochi Olimpici di Londra 2012 procede anche su www.shareyourdream.it, il blog che segue le imprese dei tre atleti raccontando, come un diario di bordo, gli allenamenti, le gare e la vita attraverso fotografie, filmati e curiosità.

Nel frattempo, si avviano alla conclusione il progetto 'Un Sogno per Te' e l'iniziativa 'Un Sogno per gli Altri'. C'è tempo fino al 31 maggio per raccontare la propria impresa sportiva nella sezione Un Sogno per Te e avere l'opportunità di vincere un viaggio a Londra per assistere alle finali di Paraciclismo assieme al Barilla Blu Team, oppure per proporre, nella sezione Un Sogno per gli Altri, e realizzare un progetto sportivo di solidarietà a beneficio di un'associazione, una comunità o un ente, grazie al contributo che Barilla destinerà alla migliore iniziativa. Maggiori dettagli su www.shareyoudream.it .



23/05/2012
facebook logo

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Ottobre  >>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031

IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico