GENOVA VA SU! di Manrico GianelliVersione stampabile


immagine sinistra

 Che la squadra fosse forte lo si era intuito già ad inizio stagione, il Lloyd Italico Don Bosco Genova si presentava al nastro di partenza come una delle compagini più accreditate per il grande balzo nel campionato nazionale di basket in carrozzina di serie B 2011/2012. 
Un gruppo già messosi in luce nella precedente edizione con l'esordio dei giovanissimi Filippo Carossino, Andrea Giaretti e Andrea Castagneto al fianco dell'esperto Daniele Pedemonte ed i sempreverdi Manrico Gianelli, Claudio Puppo, Alessio Marchelli. Alla guida del team coach Marco Carbone con il suo vice Maurizio Schicchitano, oltre all'immarcescibile Marco Barbagelata Presidente e vero e proprio "deus ex machina" di questa Società. Alcune buone prestazioni alternate da scivoloni produssero un campionato infruttuoso dal quale però emerse chiaro che mancava qualcosa, mancava l'esperienza,la grinta e l'abilità in campo e fuori. Ed ecco che, proprio a tale scopo, a inizio stagione 2011 si concretizza il ritorno dell'anima e colonna di questa squadra. Antonio Serio, il numero 5, il Capitano, uomo e amico, migrato a Sassari nei due campionati precedenti dove ha calcato con valore i parquet di A1, forte di numerose esperienze internazionali.

Inizia la stagione. Perso Andrea Castagneto divenuto una promessa del nuoto paralimpico italiano, il gruppo acquisisce il giovanissimo Nicolò Arena oltre a Marco Nicolini e Matteo Fiorino. 
Ecco dunque come si presenta il dream team per la stagione 2011/2012: 
Presidente Marco Barbagelata, 
Coach Marco Carbone, Vice Coach Maurizio Schicchitano, 
Start Five Antonio Serio, Daniele Pedemonte, Filippo Carossino, Andrea Giaretti, Nicolò Arena, 
sesto uomo Manrico Gianelli, a disposizione: Marco Nicolini, Matteo Fiorino, Claudio Puppo, Alessio Marchelli, Andrea Sthepan, Stefano Lambertini.

Gli allenamenti passano da due a tre settimanali, il terreno di gioco del PalaCrocera è tra i più pesanti. I nostri seguono le disposizioni, Coach Carbone comanda i ragazzi sudano, soffrono e obbediscono. Tra di loro un divario di età ed esperienze notevoli, ragazzi e adulti accomunati da un comune denominatore: la volontà di spezzare le catene che la vita impone e trovare riscatto anche nello sport.
Giunge il primo successo nel torneo di Piacenza, squadre che negli anni passati avevano sempre dato filo da torcere sono annientate, si arriva in finale contro i padroni di casa già attrezzati per il campionato di A2. Gara vibrante, tesa e molto spettacolare, i ragazzi di Coach Carbone non concedono nulla e si aggiudicano l'ambito trofeo. Seguono amichevoli a Parma e Varese, si aspetta l'inizio del campionato che quest'anno tarda, a novembre non si conosce ancora la composizione dei gironi.
Gli allenamenti proseguono, il lavoro produce buoni risultati, c'è molto da lavorare sul piano tattico ma sotto un profilo atletico e delle finalizzazioni i risultati sono consistenti, il Coach si sgola, il Capitano dà l'esempio, tutti spingono e sudano, un grande gruppo si sta formando.
Finalmente i gironi e non sono buone notizie, quello assegnato ai liguri comprende Unipol Briantea 84 B Cantù e HB Torino B Asja SKF due vere corazzate, le incognite SuperEnalotto Cimberio Varese e PMT Ortopedia Battistoni Torino, le più abbordabili Basket Seregno Gelsia, Camozzi Icaro Basket Brescia e Habilita Roll Star Italia Cinisello Balsamo. Quest'anno sale direttamente la prima del girone, sarà dura, molto dura ma nessuno demorde.
Esordio a Cinisello Balsamo contro la Habilita Roll Star Italia domenica 8 gennaio 2012 ed è subito vittoria 24 a 83! Buona la prestazione eppure qualcosa è ancora da perfezionare per confermarsi contro la fortissima HB Torino B Asja SKF una settimana dopo. Coach Carbone escogita la tattica giusta e costruisce quello che sarà il primo capolavoro di una fantastica stagione, tra le mura amiche l'HB viene battuta 53 a 42! Ora bisogna pensare alla trasferta di Cantù non ancora decisiva ma importante per dare l'impronta al campionato.
Domenica 29 gennaio 2012, ore 14:30, a Cantù si sfidano le pretendenti alla promozione è un match molto sentito già dal riscaldamento. Inizia l'incontro e le cose da subito non vanno bene per i genovesi, nonostante la gara sia equilibrata il Cantù gestisce alla perfezione il suo gioco di squadra mettendo in difficoltà il Lloyd Italico Don Bosco i cui tiratori, tra l'altro, non riescono ad andare a segno. L'incontro termina con un inequivocabile 58 a 38, ben 20 punti di divario, una dura lezione. 
La partita successiva è in casa contro il Basket Seregno, squadra da non sottovalutare composta da giocatori esperti che potrebbero creare difficoltà. C'è da preparare la partita, ricompattare il gruppo, eliminare il dubbio latente che si insinua, lo sbandamento è superato già dal primo allenamento nel quale si percepisce la voglia di riscatto. L'inclemenza del tempo fa sì che l'incontro debba essere rimandato e si passa al turno successivo del 18 febbraio sempre in casa contro la PMT Ortopedia Battistoni Torino che viene affrontata e battuta con un'eccellente prestazione, ospiti sconfitti 81 a 30 ed eventuale crisi abbondantemente superata.
Avversario successivo SuperEnalotto Cimberio Varese in trasferta, già battuti in amichevole e nuovamente sconfitti 56 a 74. E' il turno della Camozzi Icaro Basket Brescia che sarà annullata a Genova con un impietoso 105 a 36. Termina il girone d'andata con 5 vittorie, 1 sconfitta ed una partita da recuperare, un ottimo bottino con l'unico neo della sconfitta contro Unipol Briantea 84 B Cantù.
10 marzo 2012 si gioca a Genova contro l'Habilita Roll Star Italia e siamo costretti ad assistere a scene mai accadute in tanti anni di incontri. Già nel riscaldamento gli ospiti lamentano ogni sorta di disagio e iniziano la partita commettendo ogni forma di scorrettezza accanendosi con particolare vigore contro i giovani del Lloyd Italico Don Bosco soggetti a falli voluti e cattivi. Alla fine del secondo quarto gli ospiti sono sotto 60 a 6, hanno due giocatori espulsi e tre in campo, la partita viene sospesa dagli arbitri e la decisione della Federazione sarà partita persa a tavolino 20 a 0, un punto di penalizzazione all'Habilita Roll Star Italia e squalifica di due giornate ad un avversario per avere deliberatamente colpito con un pugno un giocatore avversario. Peccato incontrare personaggi del genere di cui uno, tra l'altro, referente regionale per lo sport paralimpico. Il basket in carrozzina è uno sport energico e combattivo, i colpi non si risparmiano, l'agonismo è molto alto, i comportamenti tenuti dall'Habilita Roll Star Italia sono inqualificabili ne screditano gli autori mettendoli, giustamente, ai margini dell'intero movimento. 
Andiamo comunque avanti, ora bisogna recarsi a Torino con la HB vogliosa di rivincita. 17 marzo 2012, altra perla dei ragazzi di Coach Marco Carbone e vittoria 33 a 58, l'avanzata continua!
E' giovedì sera quel 29 marzo 2012, alle ore 20:00 s'incontrano al PalaCrocera di Genova le squadre regine del campionato: Lloyd Italico Don Bosco - Unipol Briantea 84 B Cantù. Gli spalti sono gremiti e molto caldi, riscaldamento intenso e concentrato di entrambe le squadre, nessuno vuole perdere. Partita combattuta ma corretta, si affrontano due grandi squadre che onorano questo sport. L'incontro è giocato punto a punto con i genovesi che non riescono mai a prendere il largo, il pubblico capisce e dagli spalti si leva il grido: GENOVA! GENOVA! GENOVA! Lo sforzo è terribile, entrambe le contendenti sono allo stremo delle forze eppure si reggono colpo su colpo sino a giungere agli ultimi terribili 40 secondi. Lloyd Italico Don Bosco avanti di un punto e avversari che si riversano all'attacco alla ricerca della vittoria, la palla danzerà beffarda sul cerchio di casa per ben quattro volte senza entrare, una grossa dose di fortuna aiuta nel finale i genovesi che al suono della sirena meriteranno la vittoria con il punteggio di 61 a 60!
Due trasferte consecutive da affrontare con la consapevolezza di essere forti e l'accortezza di stare sempre in guardia, nulla deve rovinare questa lotta al vertice con l'Unipol Briantea 84 B Cantù appena raggiunti in vetta. A Seregno si vince 41 a 72 mentre a Torino la PMT Battistoni sarà sconfitta 42 a 70.
La mattina del 25 aprile c'è il recupero della gara di andata contro il Seregno battuto 90 a 59. L'ultimo scoglio è SuperEnalotto Cimberio Varese che viene a Genova con l'ambizione di strappare i due punti alla squadra di casa oltre la sua imbattibilità interna. Speranze infrante dall'ennesima maiuscola prestazione dei liguri che vincono la gara 74 a 55.
Resta un'ultima partita contro Camozzi Icaro Basket Brescia, già descritta in altra sede, qui basti dire che non è stato concesso nulla neppure a questi avversari e la "banda" di Carbone porta a casa il successo per 21 a 75.
Campionato terminato, giocatori al centro, accompagnatori e tifosi ... ooooohhhhhhhh 1 2 3 ZENA!!!!!!! Lloyd Italico Don Bosco Genova 26 punti Unipol Briantea 84 B Cantù 24 punti con una partita da giocare in serata contro l'HB Torino, in caso di parità passa Cantù per differenza canestri negli scontri diretti. Non importa, la gioia è tanta, si vuole festeggiare comunque vada, si corre a Genova, dove durante la serata giunge la notizia che l'HB Torino, in una gara tiratissima, ha sconfitto l' Unipol Briantea 84 B Cantù, ora è promozione certa! 
Primi a 26 punti, più due sulla seconda!
GENOVA VA SU! A2 STIAMO ARRIVANDO



23/05/2012
facebook logo

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Dicembre  >>
LMMGVSD
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31

IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico