Cronistoria di una promozione "vissuta sul campo" firmata: "Il Veterano"Versione stampabile


immagine sinistra
Ultima di campionato per Lloyd Italico Don Bosco Genova a Brescia sabato 12 maggio.
Lo “squadrone” del coach Marco Carbone al gran completo nessuno vuole mancare ad un appuntamento storico, folta la rappresentanza degli impagabili tifosi testimoni di una stagione entusiasmante.
Giunti a Brescia non si può fare a meno di apprezzare il magnifico impianto che vedrà protagonista la squadra di Genova in questa sua ultima partita del campionato di B, i nostri sono risoluti e concentrati, c’è ancora una partita da giocare e vincere. 
L’avversario, per quanto volenteroso, non incute particolare timore, uno scivolone imprevisto non è da considerare, però subito Coach Carbone richiama i suoi all’ordine: NON È UNA GITA! C’È ANCORA UNA PARTITA DA GIOCARE E DA VINCERE. Mai soddisfatto questo Coach, grande uomo, grande amico, tra i suoi oneri quello di anteporre il senso del dovere ai sentimenti ed alle simpatie personali, ci riesce molto bene, lui sa farsi sentire e tutti lo seguono.
Quintetto iniziale di base, Antonio Serio (il Capitano), Daniele Pedemonte (il Regista), Andrea Giaretti (il Fenomeno), Filippo Carossino (il Purgatore), Nicolò Arena (la Bestia), il Presidente Marco Barbagelata come sempre segue la partita in panchina unitamente al vice Coach Maurizio Schiccitano, all’impagabile Coach Marco Carbone (Coach e abbiamo detto tutti) e le agguerrite seconde linee Matteo Fiorino (l’Ingegnere), Marco Nicolini (il Difensore), Claudio Puppo (Bimbo), Alessio Marchelli (Jesus) panchinari capeggiati e fomentati da Manrico Gianelli (il Veterano) una vera garanzia per la panca.
Gli ultrà genovesi si fanno subito sentire, la gradinata si colora di rosso e di bianco grazie anche a una fantastica maglia celebrativa che cita: GENOVA VA SU! A2 STIAMO ARRIVANDO. Campeggiano sugli spalti gli stendardi del Lloyd Italico Don Bosco, palloncini colorati, scritte e manifesti, il tutto ideato e coordinato dalla fervida e creativa mente di Debora Mara Piazza, il vero Coach della squadra!
Pronti via! Inizia il primo quarto, il Brescia non riesce a venirne a capo, il pressing dei liguri, la capacità di palleggio, la classe di Antonio Serio e Daniele Pedemonte manda ripetutamente a segno tutto il Team. Si conclude con un impietoso ed imbarazzante 1 a 30, bresciani a segno solo su tiro libero. 
A questo punto prevale il buon senso, continuare in questo modo sarebbe impietoso ed anche ingiusto nei confronti dei nostri caparbi avversari, certo chi fa parte della vecchia guardia, ricorda benissimo quando le legnate (e che legnate) le prendevamo noi, ma siamo cresciuti ed uno spirito cavalleresco porta a giocare i rimanenti tre quarti introducendo in squadra elementi che obbligatoriamente devono crescere confrontandosi, laddove possibile, sul parquet contro squadre avversarie e non solo in allenamento. 
Grazie alla staffetta Daniele Pedemonte possono entrare a più riprese le seconde linee che vanno pure a segno con Matteo Fiorino (implacabile al tiro libero con una percentuale del 100%) e Marco Nicolini; restano a secco i “vecchi” Manrico Gianelli (richiamato dal Coach per le sue “passeggiate” in campo ma temutissimo dagli avversari che si alternavano in tre a marcarlo per non farlo segnare, i canestri del Veterano sono sempre pesanti e lasciano il segno anche quando passeggia), Alessio Marchelli e Claudio Puppo, entra pure il Coach Marco Carbone accolto da una vera e propria ovazione ma pure lui resterà a secco.
Questo l’andamento degli altri parziali:
secondo quarto 6 a 18, terzo 8 a 17 ultimo 6 a 10 e qualcuno canta din don ma questa è una storia da spogliatoio.
Risultato finale: Camozzi Icaro Basket BS - Lloyd Italico Don Bosco Genova 21 – 75
Marcatori: il Purgatore punti 26, il Fenomeno punti 20, la Bestia punti 12 (per la seconda volta in carriera in doppia cifra!),il Capitano punti 10, l’Ingegnere punti 3, il Difensore punti 2, 
Saluti e complimenti con gli avversari tra i quali militano tanti amici con i quali sono stati condivisi campionati, tornei, esperienze, e dopo … la festa! Squadra al centro … oooooooohhhhhh 1 2 3 ZENA!!!!
Un sentito grazie ai ragazzi che tutto l’anno si sono impegnati, hanno sudato, ci hanno creduto e non hanno mai mollato, encomiabile l’apporto di tutto lo staff, della tifoseria, delle mamme e fidanzate ultrà, tra di noi nessun DASPO solo grinta e sudore.
GENOVA VA SU! 
A2 STIAMO ARRIVANDO!



16/05/2012
facebook logo

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Dicembre  >>
LMMGVSD
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31

IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico